About

WISH – World International Sicilian Heritage

presenta la
BIAS 2018  , ossia una esposizione Transnazionale che, previa Call ossia bando pubblico aperto a tutti i visulartist nel mondo, negli anni pari viene organizzata nel centro storico di Palermo con una estensione ad altri luoghi significativi nella Sicilia che abbiano uno stretto legame con BIAS e il tema scelto per l’edizione in corso.
BIAS è l’acronimo del più ampio titolo dell’esposizione Biennale Internazionale Arte Contemporanea Sacra delle religioni dell’umanità.

BIAS in inglese ci riporta alla parola PREGIUDIZIO, ossia il giudizio che anticipa la conoscenza . Il pregiudizio è uno dei connotati principali su cui verte e verterà ogni biennio la giustapposizione – costruita ed allestita nei padiglioni della BIAS – nella ricerca continua di un dialogo forte e reale tra passato e presente, tra arte old master pinting, arte moderna ed arte contemporanea.

I padiglioni della BIAS sono principalmente: il Padiglione Filosofico, il Padiglione Scientifico Darwiniano, il Padiglione delle Religioni Perdute, il Padiglione Abramitico declinato nei padiglioni Ebraico, Cristiano, Ortodosso, Protestante, Maronita, Islamico, il Padiglione Zorastriano, il Padiglione degli Sciaman, il Padiglione Indù, il Padiglione Buddista, il Padiglione delle religioni africane, il Padiglione degli Atei, il Padiglione dei Sincretisti. La collocazione dell’artista all’interno di un padiglione piuttosto che in un altro o in, al massimo, tre padiglioni è astratta e risponde al percorso progettuale che l’artista avrà elaborato nella partecipazione alla call al bando pubblico sul tema proposto da BIAS.

Il tema della BIAS 2016 è stato “La Creazione”.

Il tema della BIAS 2018 è “LA PORTA: porta itineris longissima dicitur esse“: la parte più lunga di un viaggio è attraversare la porta, la soglia in senso squisitamente filosofico.

La call sarà aperta con partecipazione al bando consultabile e scaricabile con l’application form sul sito www.biasinstitute.it dal 1 luglio 2017.

Ogni artista potrà proporre da una a tre opere compiute ed inedite sul tema, o progettualità realizzabili anche saite specific, evidenziando in un componimento personale critico  il suo elaborato sul tema del 2018 e manifestare la sua scelta collocativa – tra i possibili padiglioni – del  suo integrarsi in un padiglione rispetto ad un altro padiglione, in aderenza alla sua esperienza ed al suo percorso di artista e di vita.

Le opere saranno, in seguito, selezionate dal Comitato Curatoriale di selezione che valuterà il progetto laboratoriale, il percorso dell’artista, il progetto saite specific o l’opera finita, nonchè la sua collocazione nell’ambito dell’esposizione in un dialogo allestitivo nei luoghi della BIAS in una sempre più magica città di Palermo – tra palazzi storici, musei, sagrati, Chiese ed Oratori.

Il Comitato di Selezione, diversamente composto, alla fine della rassegna selezionerà tre artisti e  tre padiglioni più significativi per la BIAS 2018.

Potranno partecipare artisti, performer, architetti, compositori musicali in aderenza ad una dinamica sempre più trasversale dell’arte contemporanea odierna.

Nel corso della BIAS 2018 come in quella del 2016 saranno organizzati numerosi eventi, conferenze ed incontri musicali, artistici, teatrali ed editoriali in stretta connessione con l’arte, gli operatori artistici, il suo valore e la sua fruizione, il diritto e la giurisprudenza a 360 gradi di tutti gli operatori del mondo dell’arte, la patrimonializzazione ed il valore economico.