Home

 

WISH – World International Sicilian Heritage e l’artista Rosa Mundi organizzano e promuovono BIAS, esposizione transnazionale di arte contemporanea sacra, legata alla spiritualità dell’artista e rivolta a tutte le religioni dell’umanità.

Il focus

È la spiritualità oltre le barriere linguistiche e geopolitiche, oltre i confini nazionali, in una visione universale che individua nel dialogo tra arte e religione un medium privilegiato di valori etici ed estetici. L’arte diviene strumento di dialettica, di riflessione sul concetto di identità, per segnare un percorso inter/transreligioso funzionale al disvelamento della complessità, quanto mai attuale, della diversità umana e della sua altrettanto polisemica produzione artistica. La lingua e la religione hanno una funzione pregnante nella società umana, consentono la comunicazione, ne affermano i livelli di definizione, coadiuvano nella costruzione del senso che l’uomo attribuisce al proprio vissuto, sia metafisicamente che bio-culturalmente. Se la religione ha contribuito, sin dalle origini, alla lettura interpretativa del mondo, l’arte è stato il linguaggio immediato attraverso il quale il mondo è stato impresso, indagato e sublimato. Religione e arte sono strettamente connesse, in virtù di un medesimo principio che le accomuna, la ricerca del senso della vita come della morte, intesa esclusivamente quale crisi della presenza.

L’arte contemporanea non può essere più inserita, come è accaduto in passato, in una scuola di pensiero unica ed egemone. Le nuove acquisizioni scientifiche hanno permesso di allargare l’osservazione e le sue prospettive di decodificazione, di comprendere, nell’identificazione di un’opera d’arte, sia le istanze individuali, intimiste, dell’artista, sia il suo percorso formativo, che non può prescindere dalla cultura di appartenenza. La cultura, del resto, deve essere riconsiderata in una dimensione di movimento persistente e di sincretismo performativo. Sullo stesso piano viene affrontato un altro concetto cardine, la credenza. Essa va riletta in una modalità del tutto nuova, non facilmente incasellabile o assimilabile a sinonimi subalterni. La credenza può riguardare la fede o le pratiche rituali popolari, come anche l’idea di un progetto scientifico che ha validità solo se riconosciuto dalla comunità di studiosi che crede nella sua autorità.

BIAS vuole contribuire alla realizzazione di un percorso di crescita collettiva, di un contesto di espressione artistica e dialogo interreligioso, al confine tra il sacro e la spiritualità più eclettica, vuole superare i limiti espressivi della lingua e della non-conoscenza delle religioni e delle culture dell’altro, vuole in sostanza trasformare l’arte contemporanea in uno strumento di indagine, denuncia, conoscenza, per annientare l’azione cancerogena del pregiudizio, nato più per finalità politico-economiche che per ragioni altre.

Programma BIAS 2018

 Download Mappa e Programma (PDF 5,8Mb)

 

BIAS 2018 | Palermo * Sicilia * Venezia *  Egitto * Israele | Palestina
BIENNALE INTERNAZIONALE D’ARTE SACRA
DELLE CREDENZE E RELIGIONI DELL’UMANITÀ

 LA PORTA | Porta itineris dicitur longissima esse
© Rosa Mundi

PROGRAMMA
14 aprile – 14 settembre 2018

14 aprile – Palermo
18:30 Palazzo Belmonte Riso (Polo Museale Arte Contemporanea della Regione Sicilia)                                                                                                                          

Inaugurazione  BIAS 2018

19:00 Cappella di Santa Maria Incoronata | Chiesa di Santa Maria dell’Itria, detta La Pinta | Chiesa dell’Immacolata Concezione al Capo | Oratorio di San Mercurio | Oratorio di Santo Stefano Protomartire | Oratorio Quaroni | Nobile Chiesa del Sant’Angelo Custode | Palazzo Alliata di Villafranca

Apertura dei luoghi BIAS: Padiglioni Filosofico, Scientifico, Abramitico, Induista, Buddhista, Africano, Esoterico e delle Religioni Perdute

21:00 Cattedrale di Palermo
Concerto inaugurale
: Omaggi a G. Liberto, E. Elgar, K. Rahme, T. Traetta, W. Gomez, C.W. Gluck, C. Mansell e due opere inedite, Confines scritta da Mario Bajardi e Alberto Maniaci  e Officium, scritta da Mario Bajardi, Direttore Francesco Di Peri, Maestro del Coro Salvatore Scinaldi, Assistente tecnica vocale Rosalia Pizzitola, Coreografi Dominique Cavallaro, Laura Miraglia, Giovanna Velardi. Orchestra Filarmonica, Coro Polifonico e Corpo di Ballo del Liceo Statale Musicale Coreutico Regina Margherita di Palermo

22:30 Processione  Am I my brother’s keeper? dalla Cattedrale di Palermo al Padiglione Abramitico BIAS 2018 | La Tenda dei Rifugiati, presso l’Oratorio Quaroni, con l’artista Kate Daudy, per concessione dell’Alto Patronato di UNCHR

15 aprile – Sicilia Occidentale                                                                                            

12:00 Parco Archeologico di Selinunte – Baglio Florio
Inaugurazione Padiglione Esoterico e Padiglione delle Religioni Perdute

17:00 Fondazione Orestiadi a Gibellina Nuova – Baglio Di Stefano
Inaugurazione Padiglione Buddhista, Padiglione Abramitico, Padiglione Filosofico                                                                                                                                        

 Primo Photo-Workshop del Maestro buddista  Kazuyuki Kanda

 18 Aprile – Palermo
10:00 Palazzo Belmonte Riso – Sala Kounellis
Secondo Photo-Workshop del Maestro buddista  Kazuyuki Kanda

20 aprile – Sicilia Orientale |Messina, Giampilieri, Scaletta Zanclea
Padiglione Scientifico e Padiglione Filosofico
Esperienza in residenza di artisti internazionali in collaborazione con Trasformatorio | Workshop di arti performative, elettronica e musica

21 aprile – Venezia | Palazzo Donà dalle Rose
17: 00 Vernissage con Esposizione Temporanea Forward Returns | Pop Art and Music Archaeology: from Warhol to the Dancing Satyr of Mazara del Vallo

20:00 Dinner. Evento privato speciale di raccolta fondi su invito e liberalità destinati al Progetto Sanitario Portability (Presidio Ospedaliero Odontoiatrico e Otorinolaringoiatrico nella città di Nuweiba, nella Penisola del Sinai) e ai Padiglioni Abramitico e delle Religioni Perdute in Egitto 

21:00 Asta di beneficenza per raccolta fondi destinati al Progetto Sanitario Portability e ai Padiglioni Abramitico e delle Religioni Perdute in Egitto 

22:00 Studio 54 Party | Basquiat Live Concert | Chris Jones Dj-Set

27 aprile  – Palermo |  Palazzo Belmonte Riso – Sala Kounellis                      

10:00 Lectio Magistralis Iconologia dell’ascesi. La spiritualità delle icone e l’opera di Kazimir Malevich, del Prof. Massimo Carboni

18:00 Conferenza Filosofia e arte, con il filosofo Frank Pierobon e la storica dell’arte Justyna Gajko-Berckmans

28 aprile
9:30 – 12:30  Palermo, Grande Oriente d’Italia – Piazzetta Speciale, 9
Padiglione Esoterico | Apertura straordinaria al pubblico dei templi massonici presso la sede del Grande Oriente d’Italia 
[altre date: 12 e 26 maggio, 9 giugno]

18:00  Taormina | Hotel Metropole
Inaugurazione del Padiglione Filosofico, del Padiglione Scientifico e del Padiglione Abramitico

5 maggio – Palermo | Real Teatro Santa Cecilia
21:00
Padiglione Esoterico | Concerto per il Cinquantenario della Costituzione del Collegio Circoscrizionale del Grande Oriente d’Italia – Sicilia: Composizioni massoniche di Mozart; Componenti dell’Orchestra Sinfonica Siciliana

6 maggio – Egitto | Il Cairo
Conferenza di presentazione della BIAS 2018
 alla Biennale Cairotronic

8 maggio – Penisola del Sinai | Nuweiba, Ras Shaitan
Apertura dei Padiglioni Abramitico e delle Religioni Perdute, con performance e concerti eseguiti da artisti appartenenti a tutte le religioni abramitiche e dalla popolazione beduina locale

12 maggio – Palermo
9:30 – 12:30 Grande Oriente d’Italia – Piazzetta Speciale, 9
Padiglione Esoterico | Apertura straordinaria al pubblico dei templi massonici presso la sede del Grande Oriente d’Italia 
[altre date: 26 maggio, 9 giugno]

 

19 maggio – Palermo
17:00 Palazzo Belmonte Riso – Sala Kounellis
Conferenza The gate Porta itineris longissima dicitur esse
Presentazione del libro Il patto del profeta Muhammad con i cristiani del mondo, con l’Imam Yahya Pallavicini – vicepresidente della Coreis, Imam della moschea Al Wahid di Milano e figlio di Shaykh Abd al Wahid Pallavicini –  e la Prof.ssa Ida Zilio Grandi – Islamologa e Docente Associata Università Ca’ Foscari di Venezia – Cattedra di lingua araba, Dipartimento di Studi sull’Asia e sull’Africa Mediterranea 

18:00 Palazzo Belmonte Riso – Sala Kounellis
Performance musicale, canto e ballo  con Mohammed Abu Zid grande esecutore egiziano di liuto, Sarita Marchesi Van Der Meer soprano, Philippe Humbert direttore della School Music and Dance in the Art Center of Douarnenez   e performance dell’artista israeliana Michael Israelstam                   

18:45 Chiesa Ipogea San Giuseppe dei Teatini 
Inaugurazione Padiglione Abramitico e delle Religioni Perdute 

20:00 Palazzo Gaetani dei Principi di Bastiglia, via Vittorio Emanuele, 484
Cena Ramadan nell’androne del Palazzo 

24 maggio  – Palermo
20:30 San Mattia – Ex Noviziato dei Crociferi, via Torremuzza, 78
Concert – Performance Isòla. La porta dell’anima, con Lucina Lanzara [voce e loop station], Rosellina Guzzo [arpa celtica], Giovanni Mattaliano [clarinetto], Massimo Patti [contrabbasso]

25 maggio – Palermo
17:00
Finissage alla Cappella di Santa Maria Incoronata

26 maggio – Palermo
9:30 – 12:30 Grande Oriente d’Italia – Piazzetta Speciale, 9 
Padiglione Esoterico | Apertura straordinaria al pubblico dei templi massonici presso la sede del Grande Oriente d’Italia 
[altra data: 9 giugno]

29 maggio – Palermo
16:30 | Palazzo Alliata di Villafranca
Vernissage del Padiglione Abramitico BIAS 2018
con il Prof. Vittorio Sgarbi
Sono presenti la Presidente WISH e Direttrice BIAS Avv. Chiara Modica Donà dalle Rose e il curatore del Padiglione e membro del Comitato di selezione di BIAS 2018 Dott. Gian Camillo Custoza de’ Cattanei

3 giugno – Palermo
20:30 Teatro Massimo
Concerto di Apertura
: Omaggi a G. Liberto, E. Elgar, K. Rahme, T. Traetta, W. Gomez, C.W. Gluck, C. Mansell e due opere inedite in versione integrale, Confines scritta da Mario Bajardi e Alberto Maniaci  e Officium, scritta da Mario Bajardi, Direttore Francesco Di Peri, Maestro del Coro Salvatore Scinaldi, Assistente tecnica vocale Rosalia Pizzitola, Coreografi Dominique Cavallaro, Laura Miraglia, Giovanna Velardi. Orchestra Filarmonica, Coro Polifonico e Corpo di Ballo del Liceo Statale Musicale Coreutico Regina Margherita di Palermo

7 giugno – Israele | Palestina
Presentazione del progettoThe Thread of Alliance  dell’artista Daniela Papadia,  promosso dal Ministero degli Esteri Italiano e da WISH (World International Sicilian Heritage)

7-8 giugno – Palermo | Palazzo Belmonte Riso
Conferenza | Diritto ed Economia nell’Arte con Docenti delle Università Bicocca,  San Raffaele, Statale di Milano, dell’Università La Sapienza di Roma e dell’Università di Palermo

9 giugno – Palermo
9:30 – 12:30 Grande Oriente d’Italia – Piazzetta Speciale, 9
Padiglione Esoterico | Apertura straordinaria al pubblico dei templi massonici presso la sede del Grande Oriente d’Italia 

13 giugno – Palermo
18:00 Fondazione Giuseppe Whitaker – Villa Malfitano

Vernissage dell’esposizione Iconic Puzzle

 
14 giugno – Palermo
10:00 | Museo Belmonte Riso – Sala S.A.C.S.
Talk-Show con gli artisti esposti in Iconic Puzzle
 

 16 giugno – PalermoPalazzo Oneto di Sperlinga
20:00 Padiglione delle Religioni Perdute | Moataz’s Project con James Putnam e Rosa Mundi 

17 giugno – Palermo
10:00 Processione Am I my brother’s keeper? dal Padiglione delle Religioni Perdute con Tenda Beduina nella Chiesa Ipogea San Giuseppe dei Teatini al Padiglione Abramitico | La Tenda dei Rifugiati, presso Oratorio Quaroni in via Maqueda, con l’artista Kate Daudy, per concessione dell’Alto Patronato di UNCHR

19-23 giugno
Salemi | Castello Normanno – Svevo,  Collegio dei Gesuiti
Gibellina Nuova | Fondazione Orestiadi – Baglio di Stefano                        

Alcamo | Castello      

Palermo | Villa Zito, Palazzo Belmonte Riso

Convegno Internazionale e Workshop The Garden Gate. Valle del Belice. Architettura, ingegneria, scienza del restauro, collezionismo, diritto, fiscalità ed economia, con la collaborazione dei docenti del Politecnico di Torino, dello IUAV di Venezia, del Dipartimento di Architettura di Palermo, del Dipartimento di Ingegneria di Messina, dell’IGIIC e del Centro di Restauro del San Raffaele

21 giugno – Gibellina Nuova | Fondazione Orestiadi, Baglio di Stefano
15:00 Tavola Rotonda con Alberto Ferlenga, Joseph Kosuth, Giordano Ammar Kammash, Fernanda di Maio, James Putnam, Angela Vettese

23 giugno – Palermo |Palazzo Belmonte Riso – Sala Kounellis
11:00 Tavola Rotonda | Arte ed Architettura del limite, con Angela Vettese, Gian Camillo Custoza e Joseph Kosuth

12:45 Performance Il Manto della Madonna dell’Immacolata di Angela Carrubba

 

28-30 giugno – Selinunte | Parco Archeologico – Baglio Florio
International Symposium di Botanica e Arte Botany at the intersection of nature of culture, art and science: Dal paesaggio naturale al paesaggio culturale, promosso e diretto da WISH (World International Sicilian Heritage) nell’ambito di BIAS 2018, da IAPT (International Association for Plant Taxonomy) e OPTIMA (Organization for the Phyto-Taxonomic Investigation of the Mediteranean Area)

30 giugno – Terrasini | Museo Regionale Interdisciplinare d’Aumale 
17:00 Apertura BIAS 2018 dei Padiglioni Filosofico, Buddista, Induista, Abramitico e delle Religioni Perdute

11-13 luglio – Parco Archeologico di Selinunte
Tempio di Demetra | Performance esoterica con Iris Pittyn e Sophie Buyes

14 settembre 2018
Finissage di tutti i luoghi della BIAS 2018 in Sicilia
Finissage Nuweiba Habiba Learning Centre and Habiba Camp | Ras Shaitan

­­­­­­­­­­­­­­­BIAS promuove anche l’Associazione Culturale INTONA RUMORI, con il seguente Calendario di concerti che spaziano dalla musica antica e barocca alla elettronica e sperimentale, e si svolgerà in aprile presso l’Oratorio di San Mercurio di Palermo.

  • 7 aprile – ore 21:00
    Recital di chitarre classiche del quintetto Mediterraneo Guitar Ensemble Chitarre: Antonino Argento; Giovanni Confaloni; Christian Bottone; Dario Cirrito; Stefano Romeo.
  • 8 aprile – ore 18:30
    Concerto di Musica Barocca Roma, Caput Musicae: musiche di A. Corelli ed epigoni Maurizio Parisi – flauto dolce; Romeo Ciuffa – flauto dolce e traversiere; Marco Vitale – clavicembalo; introduzione di Ugo Casiglia e Romeo Ciuffa.
  • 13 aprile – ore 21:00
    Concerto di Musica Barocca À Rome 1676 – Pièces de luth recueillies par Julien Blovin: musiche di Ennemond Gaultier (ca 1575-1651) e Denis Gaultier (ca 1597-1672).
    Michele Carreca – liuto barocco; introduzione di Michele Carreca.
  • 14 aprile – ore 21:00
    Quintetto a pizzico Nomos & Piero Giovenco Con Nuttata ‘e Sentimento, omaggio alla canzone napoletana classica e di tradizione che ha segnato la fine del XIX secolo.
  • 15 aprile 2018 – ore 18:30
    Concerto per Arpa e Violino Il canto del Sole e della Luna. Ginevra Gilli – arpa celtica e voce; Melko Van Kaster – violino e voce recitata.
  • 20 aprile – ore 21:00
    Concerto di Musica Barocca Vivaldiana: musiche di A. Vivaldi.
    Ensemble diretto da Andrea Fossati |Maurizio Parisi – flauto dolce; Licia Tani -clavicembalo; Martina De Sensi – violino; Giorgio Garofalo – violoncello; Silvio Natoli – tiorba e liuto; Carmelo Fallea – viola; Emmanuel Bravo Martínez – violino; Andrea Lizarraga – violino; Walter Roccaro – contrabbasso. Introduzione di Nunzia Pendino dell’Università di Nantes.
  • 21 aprile – ore 21:00
    Centenario della prima guerra mondiale 1918 – 2018, inserito all’interno del XVI Festival Albert Schweitzer 2018, Le Vie di Claude – itinerario pittorico-musicale.
    Ines Tuttolomondo – pianoforte; Ester Prestia – flauto; Antonella Calandra – arpa; Giuseppe M. Infantino – tenore; Salvatore Garbo – percussioni; Alexandrei Gabrilisoff – pianoforte.
  • 22 aprile – 18:30
    Concerto Folk dei Vorianova in Cunti di Ventu. La canzone d’autore dialettale siciliana. Biagio Di Gesaro – voce; Luca Di Martino – chitarra; Alessandra Macellaro La Franca – pianoforte; Romina Denaro – basso; Fabrizio Pezzino – percussioni; Mariangela Lampasona – violino; Girolamo Lampasona – violino; Roberto Botta – viola; Giorgio Garofalo – violoncello;
  • 28 aprile – ore 21:00
    Concerto dei Mezz Gacano’s Kinderheim Kunst Quintet present Kinderheim Mezz Gacano – chitarra e conduzione; Ornella Cerniglia – pianoforte; Beppe Viola – sax e clarinetto; Luca La Russa – basso; Simone Sfameli – percusssioni
  • 29 aprile – ore 18:30
    Le due Isole del Triscele. Connessioni storiche, linguistiche e musicali fra Sicilia ed Irlanda. Andrea Vannelli – linguista; Ginevra Gilli – Arpista e cantante

PROGRAMMA DI PRESENTAZIONE DELLA SECONDA EDIZIONE BIAS 2016-2017 -2018

  •  5 Maggio 2016 /5 Settembre 2016

Venezia | Ca’ Donà

Preview BIAS come Evento collaterale alla settimana di presentazione Biennale Architettura di Venezia

Vernissage Spettacolo Musiche Teofonia ebrei, cristiani, islam e indù

Performance Musicale:  Spettacolo Teofonia , Concerto La Creazione di Corinne Latteur  e Canto I Pensieri di Dio di Lucina Lanzara

 

  • 16 Settembre 2016 /30 Ottobre 2016

Palermo | Cattedrale a Palermo

Preview Symposium  Musicale di apertura della Bias 2016 | The Creation

Padiglioni Abramitici, Indù, Buddismo, Filosofico, Scientifico, Religioni Perdute

Conferenze BIAS

  • 5 Maggio 2017- 5 Settembre 2017 

Venezia | Algiubagiò Garden

Presentazione PREVIEW selezione 14 artisti BIAS 2018 |The Gate: Porta itineris longissima dicitur esse | Evento collaterale 54° Biennale Arte Venezia

 

  • 5 Settembre 2017- 11 Marzo 2018 

Alessandria |Castello di Morsasco

Presentazione PREVIEW selezione 14 artisti BIAS 2018 Conferenza

La porta : la cultura del limite intervengono Dr.ssa Lorenza Morello delegato WISH BIAS per Piemonte e relazioni internazionali Stati Uniti d’America,  Prof. Arch. Giancamillo di Custoza, Prof. Guido Brivio

 

  • 24/30 Settembre 2017

Egitto | Penisola del Sinai | Nuweiba e Ras Shaitan

Portability Project Workshop artistico e musicale con i bambini della comunità beduina di Nuweiba con gli artisti Rosa Mundi, Sarita Marchesi , Abuzid Mohamed, Anna Peira Vittorio Buset, Anche Van der Meer

Creazione Padiglione Abramitico per BIAS 2018 nella penisola in la collaborazione delle comunità beduine di Dahab, Nuweiba e Ras Shaitan 

 

  • 8 Ottobre 2017

Alessandria | Castello di Morsasco

Conferenza  Art Bonus per BIAS 2018  sulla riqualificazione dei luoghi storici con l’intervento di Asso Castelli Piemonte e la partecipazione del presidente WISH Chiara Modìca Donà dalle Rose e Prof. Guido Brivio Curatore e membro comitato di selezione;

 

  • 11 Marzo 2018

Alessandria | Castello di Morsasco

Conferenza Finissage Mostra Preview BIAS 2018 con presidente WISH, Gianfranco Comaschi Associazione per il patrimonio dei Paesaggi Vitinicoli di Langhe Roero e Monferrato, Roberto Maestri presidente I Marchesi di Monferrato, Franca Mollo di Castelli Aperti

 

  • 12 Marzo 2018

Bruxelles |Gallerie Champaka

Presntazione e press conference BIAS 2018 con l’artista Emmanuel Muraille Padiglione con la partecipazione di Chiara Modìca Donà dalle Rose presidente WISH, il filosofo Frank Pierobon e la storica dell’arte Justyna Gajko Berckman

 

  • 19 Marzo 2018 

Londra | Istituto di Cultura Italiana

Presentazione BIAS 2018 con Chiara Modìca Donà dalle Rose presidente WISH, Victori Surgeson Weller Rappresentante WISH per il Regno Unito e l’artista inglese Kate Daudy rappresentante UNHCR

 

 

 

About

WISH – World International Sicilian Heritage

presenta la
BIAS 2018 , ossia una esposizione transnazionale che, previa Call, bando pubblico aperto a tutti i visulartist nel mondo, negli anni pari, viene organizzata nel centro storico di Palermo con una estensione strategica ad altri luoghi significativi dislocati in tutta la Sicilia e che abbiano uno stretto legame con BIAS e il tema scelto per l’edizione in corso.

BIAS è l’acronimo del più ampio titolo dell’esposizione Biennale Internazionale Arte Contemporanea Sacra delle religioni dell’Umanità.

BIAS, in inglese, ci riporta anche alla parola PREGIUDIZIO, all’idea di un giudizio che anticipa la conoscenza, all’opinione preconcetta all’origine del comportamento sospettoso e ostile che di norma gli uomini assumono reciprocamente nell’osservazione e nella comunicazione della loro diversità culturale e che spesso sfocia in manifestazioni tragiche come in rischiose marginazioni politico-economiche.

BIAS si pone quale obiettivo fondamentale la demolizione di ogni dogma preconcettuale, aprendosi invece alla possibilità di un invito alla conoscenza, esercitato attraverso il dialogo forte e reale tra i vari credo del mondo – filosofico, religioso e scientifico – nonché tramite la dialettica passato-presente-futuro, nella piena consapevolezza che la Storia non deve essere esclusivamente musealizzata, ma deve invece ergersi a modello, farsi memoria vissuta e interagire con la contemporaneità.

Questa prospettiva della BIAS, che è prima di tutto un avvio d’indagine e ricerca, uno spunto performativo di riflessione, si avvale dunque del confronto e della reciproca sussistenza tra Old Master Painting e Arte moderna e contemporanea, nonché della definizione di spazi espositivi, i Padiglioni, differenziabili in relazione al proprio credo (religioso, filosofico o scientifico) e al proprio progetto. Tra i principali Padiglioni della BIAS vi sono:

Padiglione Filosofico | Padiglione Scientifico-Darwiniano | Padiglione delle Religioni Perdute | Padiglione Abramitico [declinato nei Padiglioni Ebraico, Cristiano, Ortodosso, Protestante, Maronita, Islamico] | Padiglione Zoroastriano | Padiglione Sciamano | Padiglione Indù | Padiglione Buddista | Padiglione delle Religioni africane | Padiglione Ateo | Padiglione Sincretista.

La collocazione dell’artista all’interno di uno al massimo tre Padiglioni è astratta e risponde al percorso progettuale dell’artista stesso, in stretta relazione al tema proposto dalla BIAS in sede di Call.

Il tema della BIAS 2016 è stato LA CREAZIONE.

Il tema della BIAS 2018 è invece LA PORTA. Porta itineris longissima dicitur esse. La porta intesa come soglia filosofica, come limen privilegiato. Letteralmente il celebre motto latino significa che la porta è la parte di un viaggio più lunga da attraversare. Il primo passo che viene compiuto oltrepassando una porta, un’altra cultura, un altro mondo, è, in altri termini, quello più complesso, perché spesso ancora “contaminato” da atteggiamenti diffidenti e/o pregiudiziali in grado di deformare lo sguardo e creare disagio. Oltrepassata la soglia, il viaggio per la conoscenza è più libero e spontaneo.

La Call è stata aperta, dal primo luglio 2017, con partecipazione al bando consultabile e scaricabile con l’Application Form sul sito www.biasinstitute.it.

Ogni artista ha proposto da una a tre opere compiute e inedite sul tema, oppure progettualità realizzabili anche Site-specific. Le proprie opere vengono accompagnate da un breve componimento critico, che aiuti a disvelarne il senso, e da una precisa scelta di collocazione tra i Padiglioni espositivi indicati, in relazione alle proprie scelte artistiche e di vita.

Le opere sono state selezionate dal Comitato Curatoriale di Selezione che valuta il progetto laboratoriale, il percorso dell’artista, il progetto Site-specific o l’opera finita, nonché la sua collocazione nell’ambito dell’esposizione in un dialogo allestitivo nei suggestivi luoghi della BIAS, tra palazzi storici, musei, sagrati, chiese e oratori del Centro storico di Palermo o tra parchi, città e paesi, strategici, dislocati per tutta la Sicilia.

Il Comitato di Selezione, diversamente composto, alla fine della rassegna selezionerà i tre artisti e i tre padiglioni più significativi della BIAS 2018.

Alla BIAS possono partecipare artisti di ogni genere, pittori e scultori, incisori e fotografi, performer, architetti, compositori musicali etc.,  in aderenza a una dinamica sempre più trasversale dell’arte contemporanea odierna.

Nel corso della BIAS 2018, come già accaduto in quella del 2016, vengono inoltre organizzati numerosi eventi, conferenze, meeting, concerti, rappresentazioni teatrali, incontri editoriali, in stretta connessione con l’arte, la protagonista indiscussa, ma anche con tutti gli operatori culturali, interessati alla tutela, alla promozione, alla fruizione e alla valorizzazione delle arte passata e presente, in termini umanistici, scientifici, tecnici e giurisprudenziali.

 

 

Contact

Referenti unici del progetto presentato a Venezia sono Chiara Modìca Donà dalle Rose , Fabio Armao, Michela Sichera

Venezia, 10 maggio 2017

Curatori

  • Fabio Armao
  • Roberto Lavarini
  • Chiara Modìca Donà dalle Rose
  • Michela Sichera

Chiara Modìca Donà dalle Rose
Presidente
WISH – World International Sicilian Heritage

Usate il modulo sottostante o scrivete direttamente ad info@bias.institute